news n.17

La pubblicità delle sovvenzioni e contributi pubblici 2023

La normativa introdotta con la legge n. 124/2017, in particolare all’art. 1, commi da 125 a 125-sexies e 127, impone agli enti e alle imprese che beneficiano di erogazioni pubbliche l'obbligo di comunicare specifiche informazioni relative a tali sovvenzioni. Questo obbligo informativo può essere soddisfatto attraverso la pubblicazione nella Nota integrativa al bilancio o su un sito internet accessibile pubblicamente, incluso quello dell'associazione di categoria di appartenenza

Le categorie di soggetti obbligati a tale comunicazione includono una vasta gamma di entità, dalle imprese iscritte al Registro delle imprese, fino agli enti non commerciali come associazioni, ONLUS, fondazioni e cooperative sociali. Questi soggetti devono rendicontare le erogazioni pubbliche ricevute nel 2023, seguendo specifiche modalità e termini.

La rendicontazione deve avvenire secondo il criterio di cassa, e le informazioni da divulgare comprendono la denominazione e il codice fiscale del soggetto erogante, la somma incassata, la data di incasso e la causale. Per le imprese, tale obbligo può essere soddisfatto inserendo le informazioni nella Nota integrativa del bilancio d'esercizio o del bilancio consolidato. Analogamente, gli enti non commerciali hanno l'opzione di pubblicare tali dati sui propri siti internet o portali digitali, o alternativamente, nella Nota integrativa, se predisposta. Pertanto, la corretta rendicontazione delle sovvenzioni e contributi pubblici ricevuti non solo risponde a un dovere di trasparenza nei confronti della collettività ma diventa anche un imperativo per evitare sanzioni.

In conclusione, la disciplina in questione mira a garantire la massima trasparenza nella gestione delle risorse pubbliche, imponendo agli enti e alle imprese beneficiarie di erogazioni pubbliche di rendicontare in modo chiaro e accessibile le sovvenzioni ricevute. Tale obbligo, oltre a promuovere una maggiore accountability, si inserisce in un più ampio contesto di lotta contro la corruzione e di promozione della legalità nell'amministrazione dei fondi pubblici.

Il team di professionisti dello Studio Alcor ha elaborato un documento di sintesi che riassume le novità più rilevanti del tema qui brevemente commentato.

Per consultare l’approfondimento è possibile inviare una mail a info@studioalcor.it.

 

Pubblicato il: 24 Apr 2024